• slide01
  • slide02
  • slide03

IN EVIDENZA

Martedì, 19 Maggio 2015 10:43

Fermo Temporaneo delle attività di pesca

Sintesi dei lavori del tavolo sul, tenutosi presso la DG Pesca del Mipaaf in data 15 maggio 2015.

Il Direttore Gen.le Pesca, Dr Rigillo, ha aperto la discussione sul prossimo Decreto Ministeriale sul Fermo pesca 2015 partendo dall'assunto che essendo in regime di deroga dei P.d.G. piani di gestione naz.li scaduti si vuole ripresentare a Bruxelles un fermo quasi uguale al decreto dell'anno scorso, per evitare problematiche future, aggiungendo che il fermo in questione si pensa di pagarlo con i fondi Feamp.

Dagli interventi dei presenti, Associazioni di Categoria e Sindacati, sono emerse proposte relative ad un allargamento della forbice temporale, voluta da tutti e che andrebbe dal mese di giugno al 30 ottobre. Periodo in cui le imprese di pesca si potrebbero fermare per osservare il periodo obbligatorio di fermo. Si è anche chiesta la possibilità di frazionarlo in due periodi di 15 gg cadauno, fermo restando che le regioni, con fondi propri, potrebbero integrare i 30 gg che il decreto naz.le prevede.

Anapi pesca, nel rapportare le richieste pervenuteci a mezzo mail dal Tirreno all'Adriatico, ha anche fatto osservare come una discussione che parte ad ottobre per l'adozione di un decreto sul fermo a valenza triennale (2016/18) da emanarsi entro gennaio 2016, consentirebbe all'amministrazione di programmare periodi e risorse per un triennio, mentre le imprese di pesca avrebbero così un dato certo su cui programmare le campagne di pesca future.

La proposta è stata accolta dalla DG Pesca che si è impegnata a convocare il tavolo per ottobre pv. Lo stesso Direttore Generale ha chiarito che ai sensi del Feamp il fermo deve essere obbligatorio per tutti, che non può partire a giugno, perché non previsto nei PP.d.GG. perciò riproponendoci le forbici temporali per l'Adriatico:- Luglio/Settembre e per il Tirreno:- Agosto/Ottobre. Sulla divisione in due periodi di 15 giorni, ci ha informato che lo stesso Feamp non lo prevede, quindi si deve per forza espletare il fermo in una unica soluzione di 30gg consecutivi.

Il Dott. Rigillo riconvocherà un prossimo incontro per discutere una eventuale bozza di decreto che, ovviamente, vi parteciperemo per tempo.

Francesco Zizzo DT Anapi Pesca

 

Letto 1081 volte