• slide01
  • slide02
  • slide03
Sabato, 11 Luglio 2015 09:10

ATTENZIONE CI SONO IMPRESE CHE POTREBBERO PERDERE IL FERMO 2015

ATTENZIONE CI SONO IMPRESE CHE POTREBBERO PERDERE IL FERMO 2015

INFRAZIONE GRAVE LEGATA ALLA LICENZA A PUNTI CHE RENDE INAMMISSIBILI LE DOMANDE A VALERE SUI FONDI FEAMP PREVISTE DAL DM 3 LUGLIO 2015 FERMO TEMPORANEO PER L'ANNO 2015

Applicazione del Reg.to Delegato (CE) n° 2015/288 della Commissione del 17.12.2014 che integra il Reg.to (UE) n° 508/2014 (il FEAMP) e stabilisce un periodo di inammissibilità delle domande.

Tale regolamento va ad integrare il reg.to CE n° 508/2014 cd Feamp e si aggiunge, in misura oltremodo penalizzante per le imprese di pesca Italiane, ai Reg.ti CE nn° 1224/09 - sul regime di controllo alla pesca e n° 404/2011, applicativo di quest'ultimo.

In buona sostanza questi regolamenti comunitari interagiscono fra di loro per stabilire i criteri di: infrazione grave legata alla licenza a punti,

Ci preme sottolineare come ancora una volta le imprese di pesca Italiane siano vittime e per l'ennesima volta, di una legislazione comunitaria che li mette nelle condizioni di evidente e forte disagio, se solo si pensa che tematiche legate ad esempio ad un'infrazione grave come quella prevista dai punti; 1, 2 e 5 dell'all.to 30 del Reg.to UE 404/2011:- "inosservanza degli obblighi in materia di registrazione e dichiarazione dei dati relativi alle catture o dei dati connessi, compresi i dati da trasmettere attraverso il sistema di controllo dei pescherecci via satellite; uso di attrezzi da pesca vietati o non conformi alla normativa UE: imbarco, trasbordo o sbarco di pesci di taglia Inferiore alla taglia minima in violazione della normativa in vigore.-"

Il problema riguarda quasi tutte le imprese di pesca che presenteranno la domanda contributiva ai sensi del nuovo Feamp.

Il giro di vite è reso ancora più amaro per le Soc. Coop.ve di Armamento, perché basta una sola infrazione e/o una serie di infrazioni, comminate ad una sola delle barche in armamento e che ha fatto raggiungere i punti 9 segnalati in licenza pesca, perché scatti per tutte le altre barche, l'inammissibilità delle istanze (ricordiamo che a parte le richieste sulle indennità di fermo temporaneo – da quest'anno pagate appunto con i fondi Feamp – anche le eventuali istanze per bandi futuri del Feamp, saranno soggette a questa valutazione.)

Il quadro generale non è dei più rosei perciò invitiamo tutte le imprese di pesca interessate al DM 3 luglio 2015 Fermo Temporaneo per l'anno 2015, a verificare presso gli Uffici di iscrizione dei natanti, la loro situazione in termini di infrazioni gravi. Così facendo, almeno si avrebbe contezza sulla "convenienza o no" nell'aderire ad un disposto (DM 3.7.15) che da un lato obbliga le imprese e gli equipaggi a fermarsi per osservare il Fermo 2015 e dall'altro (vedi applicazione del 2015/288) toglie l'ammissibilità all'osservanza/obbligo.

Abbiamo fatto rilevare all'Amministrazione queste incongruenze e come il cumulo di esse stia portando gradualmente al collasso la flotta da pesca Italiana, ma tutto si rende vano di fronte a provvedimenti che "vanno solo applicati ed il cui margine di discussione, sembra oramai scaduto". A meno che non ci sia un cambio di rotta/politica da parte dell'UE.

Nota: per una migliore lettura e comprensione di insieme si allegano;-

· Reg.to CE 2015/288;

· Art. 90 del reg.to 1224/09;

· Art. 3 e 42 del reg.to 1005/08;

Letto 1490 volte